Russian Doll 2: dal Giorno della marmotta al Multiverso della follia


Sharlto Copley e Natasha Lyonne in Russian Doll 2Netflix

Il fulcro di tutto resta lei, Nadia, incarnata di nuovo da una Lyonne da tutti lodata per la sua prova attoriale ma che – senza nulla togliere al suo talento – secondo noi fa davvero poca fatica a vestirne i panni. Avvolta nella la palandrana da creatura della notte nelle cui tasche affonda sempre le mani, la chioma fiammeggiante e ribelle che incornicia il viso stravolto col trucco un po’ sbavato, la voce roca, la falcata sbruffona, la gestualità nervosa: Nadia è supercool e lo è ancora di più in questa seconda stagione. Il mix di cinismo, sarcasmo, rabbia, malinconia e follia della Nadia insoddisfatta, arrabbiata, sola, agguerrita e troppo intelligente per vivere serenamente formano l’ego di un personaggio spettacolare. Il finale di Russian Doll, un trip delirante di universi che si incrociano e sovrappongono fino al collasso entropico della realtà e della psiche, è quanto di più balzano vi capiterà di vedere. Anzi probabilmente non vi ricapiterà mai più, per cui non perdetevi Russian Doll.


Categories:   Science

Comments