Saul Goodman, pronti ad assistere all’apoteosi di Better Call Saul?


A oltre due anni dal finale della quinta stagione di Better Call Saul, finalmente Saul Goodman è tornato. Ebbene sì, perché il personaggio interpretato da Bob Odenkirk è ormai calato nei panni dell’alter ego senza scrupoli conosciuto in Breaking Bad, serie di cui questa è un clamoroso e amatissimo spin-off. Dal 19 aprile su Netflix sono arrivati i primi episodi della sesta e ultima stagione (quelli restanti debutteranno a partire da luglio) e gli spettatori sono pronti a tutto, dopo una lunga attesa dovuta sia alla necessità di preparare al meglio questo epilogo sia ai ritardi imposti dalla pandemia.

Content

This content can also be viewed on the site it originates from.

Questa sesta stagione ci farà dunque dire addio definitivamente a Jimmy McGill, vera identità del protagonista, in favore di quel Saul Goodman che s’imporrà una volta per tutte sulla scena criminale del New Mexico. Diremo addio in modo retroattivo anche a tutti i personaggi che avevamo conosciuto nel corso di questi ultimi anni, alcuni dei quali poi erano stati “ritrovati” anche nell’originale Breaking Bad. Ma che sia davvero detta l’ultima parola per questa saga?


Categories:   Science

Comments