The Dropout: Elizabeth Holmes e gli altri truffatori – veri – delle serie tv


L’ennesima start up che miete finanziamenti grazie al carisma e al savoir faire di un imprenditore capace di presentarsi come un genio rivoluzionario, questa volta forte di una partner con cui forma una vera, solidale power couple. Adam è un giovanotto israeliano dal buffo accento che cerca di farsi un nome nel panorama imprenditoriale vendendo porta a porta invenzioni più o meno fallimentari; Rebekah è un’aspirante attrice senza talento con una cugina famosa a Hollywood: insieme fondano WeWork, una start up che offre sedi per il co-working in tutto il mondo promuovendole come se Coachella fosse un luogo di lavoro. Quello che segue: impiegati sedotti con orari di lavori flessibili, alcol e party in ufficio e durante ritiri dove si verificano abusi sessuali, un maschilismo scandaloso e la solita truffa con resoconti falsati su introiti e perdite seguita da svariate denunce. L’immagine che la serie di Apple Tv+ restituisce della coppia e in particolare dell’Adam di Leto è il ritratto dell’arroganza d un truffatore convinto di avere a che fare con un branco di idioti.

Sarma Melngailis – Bad Vegan

Content

This content can also be viewed on the site it originates from.

Truffatori truffati. Netflix ha trovato un tema che affascina i suoi abbonati e per questo rincara la dose con un’altra docuserie sugli imbroglioni, questa volta ricostruendo la storia di Sarma Melngailis. Bella, bionda e wasp come la Homes, conquistava ii supericchi americani con un ristorante chic dai sofisticati menu vegani e crudisti. Le star di Hollywood che volevano farsi la reputazione di illuminati vegani new age fioccavano e l’imprenditrice espandeva il proprio impero ricorrendo anche a frodi fiscali e truffe agli investitori. La storia, tuttavia, ha una piega surreale: Sarma si lascia sedurre da Anthony Strangis, un tipo misterioso che la tampina sui social e che sposerà. Le ruberà tutti i soldi, la manderà in bancarotta e la costringerà a fuggire insieme, dopo averle fatto il lavaggio del cervello e averle promesso miracoli – immortalità inclusa. Sarebbe la nostra storia preferita, quella con tanto di contrappasso, se non fosse per l’insostenibile orrore che l’ombra dei santoni da setta ispirano.


Categories:   Science

Comments